Chi incolpare?

Chi incolpare?

Chi incolpare?

Anni fa, ironicamente, proposi di mutare su un piano di progetto la parola “responsabile” dell’attività, con “colpevole”.

Quest’approccio da “caccia alle streghe” è deleterio per gli equilibri aziendali e, spesso, controproducente.

Se il commerciale continua a ripetere, a sentimento, che la produzione non funziona, si alimenteranno le tensioni negative senza alcun risultato utile. Se, viceversa, si analizzassero le cause radice per decidere una strategia CONDIVISA e CONSAPEVOLE, cioè basata su informazioni oggettive, tutti ne gioverebbero.

Nell’esempio in figura, siamo stati in grado di dimostrare, con un’analisi di sensitività colorimetrica, che anche riducendo congiuntamente il costo orario del personale e le ore di produzione del 15% (vi assicuro stiamo parlando di tanta roba) il margine di commessa sarebbe di appena 2.262 euro, nel caso specifico una percentuale irrisoria del fatturato.

Non è “colpa” della produzione in questo caso: la cosa migliore che si possa fare è creare un gruppo di lavoro focalizzato e agire su tutte le funzioni coinvolte.

Vi garantisco che nasceranno idee alle quali nessuno ha ancora pensato!

 

@Antonio Rinaldi

#innovation4value #management #finance